Come boicottare una riunione

Se sei il promotore: convoca la riunione senza preavviso; lascia nel vago l’oggetto e l’obiettivo; invita più persone che puoi; fa credere che l’improvvisazione sia un segno di creatività; fa in modo che vengano passati tutti i messaggi e le telefonate; tollera ed alimenta ogni dialogo laterale; analizza a fondo tutti i punti meno importanti e lascia i temi più critici per l’ultimo quarto d’ora; fa in modo che a decidere non siano i presenti ma la pressione e l’urgenza degli ultimi minuti.

Se sei un partecipante: fa in modo di arrivare in ritardo; ricordati che l’ascolto passivo dimostra a tutti il tuo totale disinteresse; interrompi sistematicamente chi parla; difendi a spada tratta l’unica soluzione possibile (la tua, ovvio); mostra evidenti segni di insofferenza quando parlano gli altri; spaventa i partecipanti con rapporti voluminosi che minacci di leggere; non perdere occasione per farti notare: ogni pretesto è buono.

(tank-you, IBM)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *