Consigli attualissimi

Per tutti i servi in generale “Quando sei rimproverato per una malefatta, uscendo dalla stanza e scendendo le scale brontola abbastanza forte da essere chiaramente udito: questo gli farà credere che sei innocente”. “Quando un servitore è licenziato, tutte le sue colpe devono essere riferite, anche se quasi tutte ignote al padrone o alla padrona; e tutte le malefatte degli altri devono essere attribuite a lui”. “Se al padrone o alla padrona capitasse una sola volta nella vita di accusarti ingiustamente, tu sei un servo felice, perché ogni errore che commetti finché sei al loro servizio, non devi far altro che richiamare alla loro mente quella falsa accusa, e protestarti innocente alla stessa stregua nel caso attuale”.

Istruzioni al maggiordomo “Quando pulisci l‘argenteria, lascia che il bianchetto sia chiaramente visibile in tutti gli interstizi, perché la padrona non pensi che non l’hai pulita”. “Se il tuo padrone ha una grande scorta di bicchieri, e a te o ai tuoi colleghi capita di romperne all’insaputa del tuo padrone, mantieni il segreto finché non ne restano nemmeno per servire in tavola, poi di’ al padrone che i bicchieri sono finiti; si tratterà per lui di soffrire  una volta sola, molto meglio che inquietarsi una volta o due la settimana”.

Istruzioni alla cameriera “Se sei bella, potrai scegliere fra tre amanti: il cappellano, l’intendente e il cameriere personale di Sua Signoria. Il mio primo consiglio è di scegliere l’intendente; ma se per caso sei da poco incinta di Sua Signoria, devi metterti col cappellano”.

Istruzioni alla balia “Se ti succede di lasciar cadere il bambino, e di azzopparlo, bada di non confessarlo mai; e se muore, tutto è a posto”.

Consigli ancora attualissimi, tratti da: Jonathan Swift, Istruzioni alla servitù (1731 ca.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *