I sondaggi

Il dott. Magnifuochi  – Direttore commerciale della Solventi Ruggau SpA – leggeva perplesso i dati dell’indagine da lui commissionata il mese precedente ad un Primario Istituto Nazionale di ricerche di mercato. “Sono dati che conoscevamo già, non c’era bisogno di fare tutta questa analisi” disse al dott. Nevoruzio, suo giovane assistente. “Li porti all’Amministratore, vedrà che ci dirà che abbiamo buttato via i nostri soldi”. Nevoruzio prese copia del rapporto e lo portò all’Amministratore Delegato, l’Ing. Ruggau. Il giorno dopo Ruggau chiamò al telefono Magnifuochi: “Ho letto la relazione, sono dati sorprendenti. È sicuro che siano giusti? ”.

Il sondaggio è un’operazione di rilevazione condotta per mezzo di una sonda (in medicina o in geologia) o di intervistatori (nel marketing). Le imprese spesso commissionano sondaggi sulla soddisfazione dei clienti, la conoscenza del marchio, le preferenze dei consumatori e così via. Se il sondaggio conferma le conoscenze già possedute si dice che son soldi buttati via; se il sondaggio evidenzia una situazione diversa da quella attesa, allora si dice che i ricercatori si sono sbagliati.

Chi fa sondaggi conosce benissimo questa situazione, e per difendersi dà nomi strani ed usa immagini ardite per presentare dati noti, e nomi comuni e immagini tradizionali per illustrare risultati sorprendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *