Una successione in cooperativa

La cooperativa Valcroop (nome di fantasia – NdA) si trova di fronte ad un passaggio critico: il cambio del presidente. Dopo oltre 20 anni Ivano, storico presidente della cooperativa, ha deciso di farsi da parte: è prossimo alla pensione e ritiene giusto lasciare il proprio incarico a chi dovrà guidare la cooperativa per i prossimi anni. L’accordo con i consiglieri è che Ivano aiuterà un po’ di tempo il nuovo presidente a entrare appieno nel nuovo incarico, e poi il passaggio di consegne sarà definitivo. Ivano mi dice: «So che si parla da tempo della mia successione, e so anche quali sono i nomi che circolano. Quattro in particolare sono i soci in lizza. Uno è Angelo, che da anni è il mio braccio destro: ha le mie stesse competenze e ha saputo aspettare con pazienza il suo momento. Poi c’è Francesco, che è un pari grado di Angelo, è ancora giovane ma ha dimostrato in poco tempo di saper gestire i nostri tradizionali sistemi: è impaziente, e sa che se Angelo diventerà presidente per lui le porte saranno chiuse ancora per molti anni. E c’è Cristina, cui anni fa affidammo un nuovo settore di attività ed ora gestisce i lavori più redditizi per la cooperativa. Infine c’è Silvia. È qui da soli quattro anni e ha introdotto nuovi metodi di lavoro che ci sono stati particolarmente utili. Sono tutte persone degne della massima stima, e sono tutte sicuramente in grado di fare bene». «Quindi – gli dico – dovete scegliere fra chi ha saputo aspettare con pazienza, Angelo e Cristina, e chi ha bruciato le tappe e scalpita, Francesco e Silvia». « – risponde Ernesto – Angelo rappresenta una successione fisiologica, Cristina una successione più “di prospettiva” pur nella continuità. Francesco in un certo senso “pretende” di subentrare, mentre Silvia sarebbe la scelta più traumatica. I tempi sono difficili, la cooperativa va difesa e innovata allo stesso tempo: non so se i miei consiglieri lo hanno capito, io non avrei dubbi su quale sia la scelta migliore». (Il quadro a fianco è di Gino Covili, “Discussione per la formazione della cooperativa”)

Un pensiero su “Una successione in cooperativa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *