Colpo su colpo

Come si fa a creare una organizzazione in cui le persone collaborino “spontaneamente”? Puntare sulla sola fiducia non basta. Le persone sono maggiormente disposte a collaborare se sanno di avere davanti a sé un rapporto di lunga durata. Quando sai che avrai a lungo rapporti regolari con altre persone, ti rendi conto immediatamente dei vantaggi che derivano dalla collaborazione, e che un comportamento opportunistico ti esporrebbe a ritorsioni e punizioni. La chiave dalla collaborazione sta nell’”ombra del futuro”  come dice Axelrod, ovvero nella prospettiva di un’interazione continuata nel tempo. Naturalmente la collaborazione non nasce solo perché le persone sono disponibili, ma occorre anche che queste stesse persone siano disposte a punire i comportamenti non collaborativi. Insomma, in una vera organizzazione collaborativa bisogna essere  “disponibili, comprensivi, e pronti alla rappresaglia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *