Come nasce un’idea innovativa?

Come nasce un’idea innovativa? Impariamo dai premi Nobel. Immaginazione, contaminazione fra settori diversi, senso pratico, sperimentazione.

Quando Albert R. Hibbs propose di “mettere il chirurgo dentro il paziente”, Richard P. Feynman pensò che era un’idea orripilante che il paziente potesse inghiottire il medico. Pensò anche che era un’idea fantastica. E iniziò ad immaginare come poteva essere sviluppata. Immaginò un chirurgo meccanico messo nel vaso sanguigno che, seguendo la corrente, arriva fino al cuore e si guarda attorno. Scopre qual è la valvola difettosa e con un piccolo bisturi opera. Come costruire un meccanismo così piccolo? Feynman prese spunto dalle centrali atomiche, dove vi sono macchine e materiali che non possono essere manipolati direttamente perché radioattivi. Lì si usano una serie di mani meccaniche, azionate da leve. Feynman cominciò a pensare di costruire un apparecchio così, solo molto più piccolo.
Era il 1959, i robot all’epoca pesavano alcuni quintali, e Feynman aveva immaginato le nanotecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *