Se lo sciocco ha ragione

Durante una riunione, all’interno di un comitato o di un gruppo di progetto, a volte capita che anche lo sciocco abbia ragione. Ne nasce un dilemma terribile: dare ragione allo sciocco, e passare noi stessi per tali, o contrastare la sua idea, rischiando di passare dalla parte del torto?

Un ideologo fortemente persuaso del proprio obiettivo di portare la felicità nel mondo arriva facilmente a capire che ogni concessione allo sciocco si trasforma in una trappola, in un atto di debolezza. Conclude così che la posizione dello sciocco (seppur ragionevole, lo ripetiamo) va immediatamente contrastata, per rafforzare la propria posizione di potere.

Non è infatti concepibile per l’ideologo accettare un gioco “a somma superiore a zero”: sarebbe un’intollerabile perdita di prestigio per un volgare piatto di lenticchie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *