La regressione del contabile

“In molte aziende, per analizzare le informazioni e decidere come procedere, i manager e altri professionisti dipendono ormai da strumenti di supporto. I contabili, per esempio, usano i programmi per la revisione dei conti. Il software accelera i tempi, ma da alcuni segnali si deduce che mentre l’efficienza dei programmi aumenta quella dei contabili diminuisce. Di recente un gruppo di ricercatori australiani ha preso in esame gli effetti dei sistemi usati da tre aziende contabili internazionali. Due usavano un software molto avanzato che, in base alle risposte date dal contabile ad alcune semplici domande sul cliente, consigliava una serie di possibili rischi dei quali tenere conto. La terza usava un software più semplice che chiedeva direttamente al contabile di valutare una serie di possibili rischi selezionandoli a mano da una lista. I ricercatori hanno sottoposto i contabili delle tre aziende a un test per misurare le loro competenze, e quelli che usavano il software più rudimentale hanno dimostrato di avere una maggiore comprensione dei diversi tipi di rischio”. (Nicholas Carr – Internazionale 1061 | 25 luglio 2014)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *