L’anno nuovo

Indovinami, indovino, / tu che leggi nel destino: / l’anno nuovo come sarà? / Bello, brutto o metà e metà? / Trovo stampato nei miei libroni / che avrà di certo quattro stagioni, / dodici mesi, ciascuno al suo posto, / un carnevale e un ferragosto, /e il giorno dopo il lunedì / sarà sempre un martedì. / Di più per ora scritto non trovo / nel destino dell’anno nuovo: / per il resto anche quest’anno / sarà come gli uomini lo faranno. (Gianni Rodari)



Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.