Grandi e piccoli allo stesso tempo

Le imprese di grande dimensione possono sopravvivere e svilupparsi solo se si organizzano come aggregati di piccole unità indipendenti, perché solo le piccole unità sono realmente gestibili. Se non lo fanno sono condannate o al caos da perdita di controllo, o all’immobilismo burocratico. Devono decentrarsi, riconfigurarsi, diffondere al proprio interno capacità imprenditoriali. Solo in questo modo potranno combinare il meglio della grande e della piccola dimensione. A questo scopo un modello di riferimento può essere quello federale, che combina forza e flessibilità, capacità di adattamento e robustezza.

I principi dell’organizzazione federale sono sei. Primo: il potere è decentrato, distribuito fra diverse unità semi-autonome. Secondo: le decisioni sono ripartite fra centro e periferia, senza una gerarchia centrale. Si negozia su tutto. Terzo: la tenuta del sistema è data da una serie di principi ispiratori e una strategia accettata da tutti.

Quarto: le unità periferiche hanno ambiti di azione chiari, di tipo geografico, o di prodotto, o di business. Quinto: nessuna unità domina le altre. Il potere è distribuito e bilanciato. Sesto: l’autonomia delle unità periferiche è reale, si autogovernano nell’ambito dei principi generali validi per tutti.



Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.