La disciplina? È semplicissimo

Si dice che sono i sogni che ti fanno muovere, ma è la disciplina che ti fa arrivare … “Il cacciatorpediniere X è una nave con una sua personalità. Ci si lavora in silenzio. Nessuno alza la voce. Il comandante parla piano e lo stesso fanno gli altri. Gli ordini vengono impartiti con lo stesso tono discreto con cui a mensa si chiede il sale. La disciplina è rigida e puntigliosa ma sembra applicata reciprocamente più che imposta dall’alto. Il comandante dice: «Molti dei miei uomini hanno il permesso di scendere a terra. Il primo che torna ubriaco fa perdere il permesso a tutti gli altri». È semplicissimo. L’equipaggio disciplina chiunque metta a rischio la libertà degli altri. Così tutti tornano a bordo sobri e in orario. Sulla X ci sono pochissimi marinai consegnati”. (John Steinbeck, C’era una volta una guerra).

 



Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.