Bisogno di servizi

L’autunno scorso moglie e marito si sono persi di vista alla fiera della pera volpina di Brisighella, senza aver stabilito accordo preventivo su dove trovarsi in caso di smarrimento (a Brisighella il telefonino non prende). A quel punto ognuno ha pensato “cosa farei al suo posto“, e si è diretto dove pensava l’altro sarebbe andato. Il marito al punto informazioni, la moglie al parcheggio. Naturalmente non si sono trovati. Da persone logiche quali sono – lui è un maestro d’asilo, lei idraulico – a quel punto hanno entrambi formulato un ragionamento più sofisticato: “cosa farei se fossi l’altro e stessi chiedendomi cosa farebbe se fosse io, chiedendomi cosa farei se fossi l’altro …”. Per due ore hanno girovagato fra tutti i punti di ritrovo immaginabili – compreso il Centro anziani e la camera iperbarica della Croce Rossa – senza mai incrociarsi. Alla fine si sono ritrovati per caso, stremati, nel momento in cui ognuno di essi aveva deciso di concedersi una pausa, ovvero alla fila dei servizi igienici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *